Lavorare da casa per aumentare la produttività

Lo scetticismo che ruota intorno al telelavoro o lavoro da casa è spesso dovuto ad una serie di pregiudizi radicati nella nostra cultura. Fin da bambini ci insegnano che le persone devono uscire di casa per recarsi in ufficio. L’imposizione è ciò che rende questo spostamento pesante, a tratti odioso. Una recente ricerca della Stanford University ha dimostrato che lavorare da casa permette di aumentare la produttività. Lo studio, durato due anni, ha coinvolto due gruppi di lavoro di una compagnia di Shanghai e ha dato risultati sorprendenti. I 500 dipendenti oggetto della ricerca sono stati suddivisi in due gruppi e alla fine è risultato che i 250 a cui era stata la possibilità di lavorare in remoto hanno prodotto di più, facendo risparmiare anche sull’affitto delle postazioni di lavoro.

Il telelavoro è uno degli elementi dello smart working. Infatti il cosiddetto lavoro agile è un’interpretazione più ampia e complessa del lavoro dipendente che permette di gestire il tempo e gli impegni professionali in maniera più autonoma. Il lavoratore dipendente o il collaboratore è invogliato a vivere l’azienda in modo più responsabile. Personalmente ritengo che lo smart working sia l’organizzazione lavorativa del futuro da attuare già nel presente.

Lo studio della Stanford University ha inoltre dimostrato che il lavoro da casa funziona meglio quando prevede anche dei giorni in cui recarsi in ufficio per potersi interfacciare e coordinare con il resto del gruppo. Un altro aspetto interessante emerso dalla ricerca è che i conflitti tra i dipendenti sono diminuiti notevolmente. Mi piace immaginare un’organizzazione aziendale fluida e trasparente all’interno della quale i collaboratori si sentano liberi e allo stesso tempo responsabili della riuscita del progetto. Per rendere possibili anche i progetti che sembrano impossibili è fondamentale creare una squadra straordinaria che viva l’azienda come una propria responsabilità. Attraverso un’organizzazione agile (smart per l’appunto!) si può riuscire con meno fatica.

By | 2018-04-10T22:19:41+02:00 Aprile 10th, 2018|Smart working|